Tassi di interesse aggiornati per i prestiti con cessione del quinto. Questa la novità per il primo trimestre del 2020 comunicata dall’Inps con il messaggio numero 14 del 2020. I tassi cambiano in maniera direttamente proporzionale all’età del soggetto richiedente il finanziamento e sono fondamentali per la determinazione dei tassi usurari.

Cosa cambia nel primo trimestre del 2020

A partire dallo scorso primo gennaio e fino al 31 marzo 2020 l’Inps ha provveduto ad aggiornare i tassi effettivi globali medi (TEGM) ai fini della determinazione dei tassi usurari da applicare alle operazioni di cessione del quinto. Questo lo schema previsto:

  • fino a 15.000 euro il tasso medio è pari a 11,45;
  • oltre i 15.000 euro il tasso medio è pari a 7,99.

Da qui deriva che i tassi soglia Taeg da usare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione concessi da intermediari finanziari in regime di convenzionamento ai pensionati sono determinati come segue:

  • fino a 59 anni: 8,51% per importi fino a 15.000 euro – 6,73 per importi superiori a 15.000 euro;
  • da 60 a 64 anni: 9,31% per importi fino a 15.000 euro – 7,53 per importi superiori a 15.000 euro;
  • da 65 a 69 anni: 10,11% per importi fino a 15.000 euro – 8,33 per importi superiori a 15.000 euro;
  • da 70 a 74 anni: 10,81% per importi fino a 15.000 euro – 9,03 per importi superiori a 15.000 euro;
  • da 75 a 79 anni: 11,61% per importi fino a 15.000 euro – 9,83 per importi superiori a 15.000 euro.

L’Inps fa sapere che "le classi di età comprendono il compleanno dell’età minima della classe. Inoltre l’età deve intendersi quella maturata a fine piano di ammortamento".

Cessione del quinto della pensione: le caratteristiche

La cessione del quinto della pensione è un finanziamento a tasso fisso con rimborso a rate costanti. L’importo della rata non va oltre la quinta parte della pensione netta percepita mensilmente. Inoltre il rimborso delle rate non viene effettuato dal richiedente come nel caso di un prestito personale ma dall’istituto previdenziale nel caso di pensionati e dal datore di lavoro nel caso di cessione del quinto dello stipendio.

Questo tipo di finanziamento non prevede che il soggetto richiedente presenti delle garanzie reali. L’istituto di credito trova la sua tutela nel Tfr maturato dal dipendente o nella pensione spettante al pensionato. Con questa tipologia di credito al consumo a fungere da garanzia è proprio la stabilità della pensione. Ecco perché tale finanziamento risulta tra i più semplici da ottenere.

Inoltre è prevista pure la sottoscrizione obbligatoria di un’assicurazione rischio vita nel caso di cessione del quinto della pensione che tuteli l’istituto finanziatore di fronte all’eventuale morte del beneficiario del finanziamento.

Per approfondire la tematica e saperne di più su questo tipo di finanziamento, ti consigliamo la lettura della guida alla cessione del quinto.

Cessione del quinto: cosa ci attende nei prossimi mesi

La cessione del quinto è un tipo di finanziamento che attrae con forza i principali gruppi bancari e assicurativi. Oggi questo prodotto finanziario è conosciuto e rappresenta una scelta consapevole e vantaggiosa per il 50% dei clienti.

Viene scelta la cessione del quinto rispetto ad altre tipologie di prestito soprattutto per la semplicità dell’operazione. Una volta sottoscritto il contratto, si tira su un sospiro di sollievo in quanto l’obbligo del rimborso ricade sull’istituto previdenziale nel caso dei pensionati o sul proprio datore se lavoratori.

Nel 2018 la Cessione del quinto ha messo a segno un + 4,6% con una sostanziale stabilità del segmento pensionati mentre ha registrato una riduzione del 3,2% dei dipendenti pubblici. Secondo la 47esima edizione dell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio realizzato da Assofin, CRIF e Prometeia, inoltre, nei primi nove mesi del 2019, i flussi di erogazioni di credito al consumo hanno proseguito complessivamente il trend di crescita sui ritmi dello scorso anno, registrando un aumento del 6,4%.

CM SOLUZIONI FINANZIARIE
Via G.Plana, 28
27058 Voghera (PV)

Tel. 0383.1930139
Cell. 345.8579172
info@cm-soluzioni-finanziarie.it

Vuoi richiedere una valutazione o consulenza gratuita?

RICHIEDI ORA