Prestiti sospesi per le vittime delle violenze di genere: è l’iniziativa annunciata lo scorso 25/11, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne. Il protocollo d’intesa è stato firmato dall’Associazione Banche Italiane (ABI) e i Sindacati di categoria e prevede la sospensione per 18 mesi della quota capitale di prestiti e mutui, portando così ad un allungamento del piano di ammortamento dei finanziamenti in corso.

 Si tratta di un segnale importante, rivolto a tutti gli intermediari finanziari e agli istituti bancari, che desidera fornire un concreto sostegno a questa specifica fascia di popolazione. L’Abi si dichiara grande sostenitrice di tale iniziativa e l’augurio che si fa è quello di ottenere una grande adesione da parte degli organismi coinvolti. La decisione di sospendere il pagamento delle rate dei prestiti personali e dei mutui casa per le vittime di violenza di genere non è la prima volta che accade: già due anni fa, infatti, era stato fatto qualcosa di simile, registrando un ampio successo e grandi risultati. Stiamo parlando degli accordi Abi del 2017 per incrementare il congedo messo a disposizione delle vittime di genere, ma anche nel 2019 c’è stata la Dichiarazione congiuta in materia di contrasto alle molestie sui luoghi di lavoro che ha segnato un grande passo in avanti in questo contesto.

Importante dire che sono state messe a punto anche iniziative specifiche nei confronti di coloro che denunciano comportamenti non virtuosi; si tratta in particolare di percorsi ad hoc che offrono sostegno psicologico e percorsi tesi al reinserimento nella società e sul lavoro, in modo da scongiurare il rischio di isolamento delle vittime di molestie e più in generale atti violenti di descrizione di genere

CM SOLUZIONI FINANZIARIE
Via G.Plana, 28
27058 Voghera (PV)

Tel. 0383.1930139
Cell. 345.8579172
info@cm-soluzioni-finanziarie.it

Vuoi richiedere una valutazione o consulenza gratuita?

RICHIEDI ORA